Zampone di Modena con salsa di mele

Questa ricetta propone l'abbinamento assai gustoso tra il tradizionale zampone, dal gusto deciso e robusto, e la salsa di mele, fresca e delicata. Variante insolita ma decisamente sfiziosa e saporita, che evoca  profumi e sapori anglosassoni.

 

Zampone di Modena con salsa di mele

Difficoltà:
bassa

Dosi:
6 persone

Costo indicativo:
basso

Preparazione:
10 min

Cottura:
15 min

Scegli tra:
carta dei vini

Scegli tra:
carta delle birre

Scegli tra:
carta oli ed aceti



» Ingredienti per: Zampone di Modena con salsa di mele

Zampone: 1 (circa 1 kg),
Mele: 4 renette piccole + 1 per guarnire,
Burro: 1 noce,
Sale: q.b.,
Pepe: q.b.,

» Preparazione di: Zampone di Modena con salsa di mele

Cuocete le zampone di Modena seguendo le indicazioni riportate sulla confezione.

Nel frattempo preparate la salsa di accompagnamento: sbucciate le mele renette e tagliatele a cubetti.

Tritate le scalogno, poi unitelo ai cubetti di mela precedentemente tagliati e versate il tutto in una casseruola aggiungendo una noce di burro, sale, pepe e tanto brodo vegetale quanto basta perchè tutti gli ingredienti risultino perfettamente coperti.

Lasciate stufare a fuoco dolce fino a quando la mela non si sarà cotta ed il brodo assorbito.

A questo punto, schiacciate le mele con una forchetta fino ad ottenerne una purea, che servirete da accompagnamento allo zampone caldo e tagliato a fette, adagiato su un piatto da portata guarnito da fettine di mela fresca.


» Curiosità

Protagonista immancabile dei menu natalizi, aromatizzato con spezie o al naturale, lo zampone, insieme ai tortellini in brodo e al Lambrusco, è un piatto tipico della tradizione culinaria modenese. Si ottiene da un impasto di carni suine tritate avvolto da un involucro costituito dalla pelle delle zampe anteriori del maiale.

Ma quali sono le origini di questo prelibato insaccato? Sia lo zampone che il cotechino risalgono al secolo XVI e precisamente nel 1511, quando le milizie di Papa Giulio II assediarono la città di Mirandola.
Fu allora che gli abitanti del posto si ingegnarono ad insaccare la carne di maiale nella cotenna, inventando il cotechino e, successivamente, nelle zampe, dando origine allo zampone. 


» Condividi


Contatta l'autore

Nome:
Email:
Telefono:
Richiesta:
 
 

La sua richiesta è stata inviata correttamente!

Grazie!


Ricerca per autore

Ricette più cliccate

Ricetta Ravioli di brasato ai funghi porcini e Castelmagno Ricetta Ciambelle dolci di patate di Salvatore De Riso Ricetta Frittata al forno Ricetta Filetti di gallinella al limone e prezzemolo Ricetta Torta morbidissima di pesche Ricetta Bagnet vert e bagnet russ Ricetta Cosce di pollo arrosto senza grassi Ricetta Salsicce in umido Ricetta Zucchine in carpione
Ricette più commentate

Ricetta Gelato alla fragola senza panna Ricetta Ravioli di brasato ai funghi porcini e Castelmagno Ricetta Cappellacci di brasato con burro fuso e funghi del Ristorantino del Borgo Ricetta Ciambelle dolci di patate di Salvatore De Riso Ricetta Torta di mele Ricetta Torta fredda alla nutella Ricetta Torta di cioccolato senza farina e lievito Ricetta Fegatini alla veronese Ricetta Coppette di riso con gamberi, zucchine e pomodorini
La selezione di oggi

Ricetta Crema dolce di Catalunia Ricetta Insalata di Indivia Belga e Zucca Ricetta Torta di mele e pere Ricetta Alberelli di biscotti Ricetta Crostata di grano saraceno Ricetta Tortino di riso al ragù Ricetta Tagliatelle al pesce spada e crema di pistacchi Ricetta Zuppa di cipolle Ricetta Braciole di pesce spada
Le stagionali

Ricetta Croissant salato da farcire Ricetta Risotto con fiori di zucca e prosciutto cotto Ricetta Cantucci Ricetta Long Drink Rosa e Coulis alle fragole Ricetta Pane alla salvia Ricetta Marmellata di arance in pentola a pressione Ricetta Tartare di Pesce Ricetta Scaloppine primavera Ricetta Colombe di Danubio
Pubblicità
Vuoi la tua pubblicità a pagamento su Mondo del Gusto?
Scopri come fare