Marmellata di albicocche

Da appena 1 kg di albicocche mature che avevo in casa, ho ricavato una bella tazzona di marmellata, perfetta per una crostata e ottima per la colazione.

nonna papera
Marmellata di albicocche

Difficoltà:
bassa

Dosi:
0 persone

Costo indicativo:
basso

Preparazione:
15 min

Cottura:
40 min

Scegli tra:
carta dei vini

Scegli tra:
carta delle birre

Scegli tra:
carta oli ed aceti



» Ingredienti per: Marmellata di albicocche

Albicocche: 1 kg, mature,
Zucchero: 100 g,
Semi: 10, di albicocca,
Limone: 1/2, succo,

» Preparazione di: Marmellata di albicocche

Lavate le albicocche e togliete il nocciolo.
Conservatene 10, sgusciateli e tritateli fini al mixer.
Mettete le albicocche in pentola con il succo del limone e lo zucchero.
Lasciate cuocere 30 minuti e con il minipimer ad immersione frullate tutto.
Aggiungete i noccioli delle albicocche e cuocete ancora per 10 minuti.

Il risultato sarà una marmellata non troppo dolce, consistente e leggermente granulosa grazie ai noccioli tirtati. 

 

Invasate o consumate fresca!


» I nostri consigli

 

 Visitate   http://lacucinadinonnapapera.blogspot.it/


» Curiosità

Io ho usato una pentola per cottura a vapore, con intercapedine sul fondo da riempire di acqua.
I tempi di cottura rimangono invariati rispetto ad una normale pentola, il vantaggio è che non bisogna rigirare sempre la marmellata.

 

Dal web...

 

I semi contenuti nel nocciolo dell'albicocca contengono la vitamina B17 ( laetrile ), una sostanza che sembra in grado di aggredire ed annientare le cellule malate dell'organismo, in particolare quelle di alcuni tipi di tumore; secondo una ricerca condotta dal dott. Dean Burk del National Cancer Institute, pare che la vitamina B17 reagisca con l'enzima glucosidase che è presente solo nelle cellule malate.

In presenza di questo enzima la vitamina B17 reagisce sprigionando cianuro che annienta le cellule cancerose mentre le cellule sane non vengono attaccate in quanto non contengono l'enzima glucosidase che è l'unico in grado di attivare la vitamina B17 a produrre cianuro.

 

Motivo questo che dovrebbe indurci a consumare ogni tanto qualche seme di albicocca, anche a scopo precauzionale.


» Condividi


Contatta l'autore

Nome:
Email:
Telefono:
Richiesta:
 
 

La sua richiesta è stata inviata correttamente!

Grazie!


Ricerca per autore

Ricette più cliccate

Ricetta Ravioli di brasato ai funghi porcini e Castelmagno Ricetta Ciambelle dolci di patate di Salvatore De Riso Ricetta Frittata al forno Ricetta Filetti di gallinella al limone e prezzemolo Ricetta Torta morbidissima di pesche Ricetta Bagnet vert e bagnet russ Ricetta Cosce di pollo arrosto senza grassi Ricetta Salsicce in umido Ricetta Zucchine in carpione
Ricette più commentate

Ricetta Gelato alla fragola senza panna Ricetta Ravioli di brasato ai funghi porcini e Castelmagno Ricetta Cappellacci di brasato con burro fuso e funghi del Ristorantino del Borgo Ricetta Ciambelle dolci di patate di Salvatore De Riso Ricetta Torta di mele Ricetta Torta fredda alla nutella Ricetta Torta di cioccolato senza farina e lievito Ricetta Fegatini alla veronese Ricetta Coppette di riso con gamberi, zucchine e pomodorini
La selezione di oggi

Ricetta Polpette di salsiccia alla Rosalina Ricetta Pici della Toscana con la nduja di Calabria e pecorino della Sardegna Ricetta Spaghetti alle tre carni Ricetta Vincisgrassi maceratesi Ricetta Pomodoro Ricetta Torta morbidissima di pesche Ricetta Torta Marmorizzata Ricetta Mentine o ginevrini Ricetta Broccoli romani in pastella
Le stagionali

Ricetta Risotto al tartufo Ricetta Involtini di prosciutto crudo Ricetta Cosce di pollo arrosto senza grassi Ricetta Torta di pere al vino Ricetta Penne appetitose Ricetta Crostata alle quattro marmellate Ricetta Torta di riso soffiato Ricetta Casatiello napoletano Ricetta Spaghetti al miele
Pubblicità
Vuoi la tua pubblicità a pagamento su Mondo del Gusto?
Scopri come fare