Castagnole di Carnevale

 

In tutta Italia, da nord a sud, queste frittelle, seppur preparate con diverse varianti secondo le regioni, sono considerate il dolce simbolo del Carnevale. Si preparano per ogni festa, per grandi e piccini e accompagnano le sfilate di carri e di maschere nei giorni che precedono il Mercoledì delle Ceneri.

 

Il periodo di Carnevale è un modo per ritornare bambini, allegri e spensierati, per giustificare allegria e stravaganze

Castagnole di Carnevale

Difficoltà:
bassa

Dosi:
4 persone

Costo indicativo:
basso

Preparazione:
30 min

Cottura:
30 min

Scegli tra:
carta dei vini

Scegli tra:
carta delle birre

Scegli tra:
carta oli ed aceti



» Ingredienti per: Castagnole di Carnevale

Farina: 500 g,
Latte: 1/2 l,
Zucchero: 1 cucchiaio e 1/2,
Sale fino: 1 pizzico,
Olio di semi: di arachidi, per friggere,

» Preparazione di: Castagnole di Carnevale

 

Sciogliere in un bicchiere, il dado di lievito con poco latte tiepido. Versarlo in una capiente ciotola a un poco della nostra farina. Incorporare l'uovo leggermente sbattuto con una forchetta, lo zucchero ed il sale sempre girando con un cucchiaio nello stesso verso.

 

Aggiungere il restante latte tiepido (1/2 litro può essere troppo), poco per volta, amalgamare e unire la farina setacciata, sempre girando nello stesso verso. La pasta sarà pronta quando si staccherà dal cucchiaio. Coprirla con un canovaccio e lasciarla lievitare per circa due ore.

 

Quando la pasta sarà lievitata, mettere sul fuoco una padella dai bordi alti con abbondante olio di semi. A olio ben caldo, prendere con un cucchiaio un poco d'impasto e lasciarlo cadere accompagnandolo con il dito. Mettere poche frittelle nella padella perché cuocendo si gonfieranno e necessitano di spazio per girarsi.

 

Una volta cotte si lasciano scolare su carta assorbente, per togliere l’olio in eccesso, poi si passano nello zucchero semolato. Vanno mangiate calde ma sono buone anche fredde. A volte dopo aver unito la farina possono aggiungersi due manciate di uva passa rinvenuta in acqua tiepida e asciugata, lasciando inalterato ogni altro passaggio della ricetta.

 

Questa ricetta è stata gentilmente offerta da Clo.
 


» Condividi


Contatta l'autore

Nome:
Email:
Telefono:
Richiesta:
 
 

La sua richiesta è stata inviata correttamente!

Grazie!


Ricerca per autore

Ricette più cliccate

Ricetta Ravioli di brasato ai funghi porcini e Castelmagno Ricetta Ciambelle dolci di patate di Salvatore De Riso Ricetta Frittata al forno Ricetta Filetti di gallinella al limone e prezzemolo Ricetta Torta morbidissima di pesche Ricetta Bagnet vert e bagnet russ Ricetta Cosce di pollo arrosto senza grassi Ricetta Salsicce in umido Ricetta Roast beef con salsa calda
Ricette più commentate

Ricetta Gelato alla fragola senza panna Ricetta Ravioli di brasato ai funghi porcini e Castelmagno Ricetta Cappellacci di brasato con burro fuso e funghi del Ristorantino del Borgo Ricetta Ciambelle dolci di patate di Salvatore De Riso Ricetta Torta di mele Ricetta Torta fredda alla nutella Ricetta Torta di cioccolato senza farina e lievito Ricetta Fegatini alla veronese Ricetta Coppette di riso con gamberi, zucchine e pomodorini
La selezione di oggi

Ricetta Crocchette di tritato con prosciutto e mozzarella Ricetta Beignets aux quetches et troillettes - ricetta valdostana Ricetta Involtini di bresaola Ricetta Pasta con zucchine Ricetta Manzo affumicato al parmigiano Ricetta Risotto all'uovo Ricetta Casatiello di Sant'Arpino Ricetta Cantucci Ricetta Frittata di fiori di zucca al profumo di menta
Le stagionali

Ricetta Tagliolini con pesciolini bianchetti Ricetta Spiedini di mazzancolle al miele di timo Ricetta Risotto con patate e zucca Ricetta Biscotti alla vaniglia Ricetta Cantucci salati Ricetta Pere al vino rosso Ricetta Pizza senza glutine Ricetta Lo Creichen tipico valdostano Ricetta Sorça di Variney
Pubblicità
Vuoi la tua pubblicità a pagamento su Mondo del Gusto?
Scopri come fare